POTTERY & WEAVING IN THE FARM

Informazioni sul workshop

L’intreccio e la lavorazione dell’argilla sono attività antichissime e il connubio di questi due mestieri offre oggi la possibilità di realizzare nuove creazioni, artistiche e utili allo stesso tempo, cioè di realizzare oggetti che arricchiscano le nostre case con ricercati complementi di arredo e anche di uso quotidiano.
Realizzare questi manufatti è una attività artigianale di grande soddisfazione che  conduce a sperimentare tempi e ritmi che la nostra società ha quasi dimenticato: perché non prendersi una pausa per rilassarsi avvicinandosi a questi antichi mestieri?
Il workshop proposto si svolge in tre giorni ed è rivolto sia a chi si avvicina per la prima volta a questi mestieri, sia a coloro che ne hanno già dimestichezza.
In questi tre giorni si potranno apprendere queste tecniche di base:

  • basi teoriche sull’utilizzo dell’argilla (teoria);
  • lavorazione dell’argilla mediante tecnica della lastra e stampo (pratica);
  • utilizzo di pigmenti per la decorazione/finitura del pezzo in argilla (pratica);
  • realizzazione di uno o due piccoli pezzi in argilla con finitura – cottura esclusa, vedi “Dettagli per i partecipanti al workshop” – (pratica);
  • basi teoriche sulle fibre vegetali molli (teoria);
  • realizzazione di un piccolo cestino con la tecnica di intreccio a spirale (pratica);
  • realizzazione di un pezzo in terracotta e intreccio a spirale partendo da una ciotola in ceramica preventivamente realizzata ad hoc.

 

Gli insegnanti

La partnership tra Luisa Raggi e Nicola Solimano è nata circa due anni fa per dare vita a nuovi progetti e concretizzare ciò che era ancora latente nella mente di entrambi.
Con i loro lavori realizzati a quattro mani hanno partecipato, per esempio, alla mostra “Faccio spazio nel mio spazio” nello Studio d’Arte di Stefano Zampieri (Roma, ottobre 2018) e a “Ceramics and more” nel Museo delle Civiltà (Roma, ottobre 2018).
L’interesse mostrato dal pubblico verso tale collaborazione di artigianato e arte gli ha spinti a proporre questo workshop mettendo a disposizione del partecipante due maestri di due diverse discipline.

 

Luisa Raggi – ceramista
Luisa Raggi - ceramista

Una gran parte degli oggetti che ci circondano nascono dalla lavorazione della terra e sono per varia misura e natura manufatti in ceramica; la possibilità di produrre in serie piatti, pentole, piastrelle ne ha ridotto i costi. Tuttavia quando ho scelto il mestiere del ceramista ho deciso di incamminarmi su una strada diversa, lavorando solo su pezzi unici, siano tazze, ciotole, lampade o sculture ceramiche. Spesso la scultura è un pezzo d’uso. La forma è data dalle mani che modellano quasi inconsapevolmente collegate alla somma dei saperi acquisiti e sempre in crescita. L’oggetto finito ha una sua propria “volontà”, espressa attraverso di me, che divento quasi un mezzo. Ciascuno può portare nella sua casa qualcosa di unico, non ripetibile. Un piccolo lusso per personalizzare case troppo spesso uguali le une alle altre. E, come naturale, con sé conserva una parte di chi lo ha pensato e costruito.

 

Nicola Solimano – cestaio

Sono un artigiano italiano che si dedica all’arte dell’intreccio. Lavoro soprattutto con materiali naturali e in particolare con il salice – il “vinco”, come lo chiamano ancora gli anziani.
I miei primi lavori sono stati marcati dall’attenzione per la cesteria tradizionale laziale ma per me è importante anche il dialogo con altre tradizioni e quindi sono interessato alla cesteria di altre regioni italiane e di altri paesi europei. Il confronto con diverse tradizioni è arricchente e permette di  realizzare, a volte in chiave contemporanea, cesti e intrecci che appartengono al passato, il cui uso cambia a secondo dell’immaginazione di chi li utilizza. Mi interessa anche il dialogo con altri mestieri – antichi e contemporanei -. Sono convinto che il miglior modo per mantenere vivo un antico mestiere è adattarlo al mondo attuale.

 

Dettagli per i partecipanti al Workshop

Il workshop si svolgerà con un minimo di 6 e un massimo di 12 partecipanti.
Dove: presso Agriturismo La Badia – Località Badia, 18, 61020 Montecalvo In Foglia PU
Lingua del workshop: italiano e inglese
I manufatti realizzati restano ai partecipanti

Il pacchetto del Workshop ( 27 giugno – 30 giugno 2019 presso ) include:

– 3 notti all’agriturismo (arrivo giovedì ore 17,00 – partenza domenica ore 15,00)
– cena del giorno di arrivo, colazioni pranzi e merende
– 3 giorni di corso
– tutti i materiali
COSTO A PARTECIPANTE: € 350,00

– La cottura dei manufatti realizzati non può essere effettuata nella sede e nei tempi del workshop per ragioni tecniche. Il partecipante potrà comunque richiedere la cottura del/dei pezzo/i e gli verrà spedito tramite corriere con un contributo di Euro 13,00.

Per chi non desidera pernottare nell’agriturismo il costo del corso, comprensivo dei pranzi di venerdì, sabato e domenica, merende con prodotti fatti in casa e di tutti i materiali, è di € 250,00 .

Informazioni aggiuntive:

Alloggio in camera doppia con bagno.
Disponibilità camere triple o quadruple.
Supplemento per singola 20,00 euro al giorno.
Possibilità di alloggiare con la propria  famiglia (disponibili anche camere quadruple, prezzo  da concordare con l’agriturismo)
È richiesta una caparra – non rimborsabile –  a garanzia della prenotazione di 100,00 euro per il workshop entro il 10 giugno 2019.
Nel caso non si raggiunga il numero minimo di partecipanti il corso non si svolgerà e la caparra sarà rimborsata.
La conferma del Workshop avverrà via e-mail entro la data del 15 giugno 2019

Per prenotare o richiedere informazioni contattare Agriturismo La Badia

Email: info@agriturismolabadia.it – Tel: 0722 580485

Pottery & Weaving

pottery_05
pottery_04
pottery_02
pottery_01
pottery_03
pottery_06
pottery_10
pottery_09
pottery_08
pottery_07
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...